Protesi Dentaria

Informazioni:
In protesi ci occupiamo di sostituire i denti mancanti con dei manufatti artificiali costruiti in laboratorio su precise indicazioni dell’odontoiatra. La protesi può essere fissa, cioè sostenuta dai denti contigui a quello mancante o da impianti, o rimovibile.
Quest’ultima può essere a sua volta parziale, e viene sostenuta da ganci o attacchi, o totale e quindi estesa a tutti i denti dell’arcata interessata (la cosiddetta dentiera).Con la parola PROTESI raggruppiamo quella branca dell’odontoiatria che si occupa della progettazione e realizzazione capsule o corone, e ponti che vengono utilizzati per rimpiazzare la dentatura originaria persa o compromessa per motivi funzionali e/o estetici.La protesi fissa viene così denominata perchè fissata agli elementi pilastro con la cementazione e non può essere rimossa dal paziente. Tali elementi se si ancorano sul dente o radice residuo vengono definiti corone, se poggiano sui denti adiacenti (opportunamente limati) con il fine di ripristinare denti mancanti ponti e se sono inseriti su impianti vengono definite protesi su impianti.  A tal proposito definiamo ogni tipo di elemento secondo l proprie caratteristiche strutturali:Corone-Capsule Le corone sono protesi per denti singoli dei quali almeno la radice è conservata. Si ancorano o al dente opportunamente preparato (moncone) o, tramite perni endocanalari alla radice Le corone, come anche gli elementi di ponte possono essere in metallo- ceramica , solo ceramica o zirconia.

 

Ponti
Nei ponti l’elemento dentario mancante viene sostituito da una protesi che comprende anche gli elementi dentari adiacenti che vengono per questo ridotti a monconi e protesizzati anch’essi. L’elemento mancante assieme agli elementi pilastro (i monconi sui quali si appoggia) forma il ponte. Può essere totale cioè comprendere l’intera arcata (protesi a ponte circolare) o parziale comprendente due o più elementi. Gli elementi pilastro devono essere sempre in numero superiore o uguale agli elementi mancanti, se ciò non sussiste si avrà con il tempo un insuccesso in quanto il carico masticatorio determinerà la frattura o l’indebolimento dei denti pilastro.

 

 

Protesi su impianti
In questo caso la radice dell’elemento mancante viene sostituita da un impianto in titanio inserito nell’osso e su questo viene cementato o avvitato l’elemento protesico. Con gli impianti è possibile realizzare anche ponti che possono sostenere l’intera arcata dentaria.

 

 

Faccette
Le faccette in composito o ceramica integrale sono sottili lamine che vengono cementate sulla superficie visibile dei denti anteriori. I denti che accolgono una faccetta sono leggermente limati per far spazio alla ceramica. Tuttavia, la loro preparazione è estremamente conservativa e deve essere mantenuta a livello della porzione più superficiale del dente, lo smalto. Vengono utilizzate in casi in cui uno o più denti non sono esteticamente belli da vedere.

 

 

Protesi Mobile Totale
La protesi mobile totale chiamata comunemente “dentiera” è costituita da una base in resina (di solito rosa o trasparente) dove vengono montati degli elementi dentari.Tale dispositivo è indicato a quei pazienti a cui mancano totalmente i denti di un arcata. La procedura consiste nella presa di un impronta con alginato e un portaimpronta universale. Una volta presa la prima impronta si sviluppano i modelli in gesso, che successivamente servono per costruire un 2° portaimpronte, che serve per rilevare la seconda impronta chiamata “di precisione”.
Presa la seconda impronta l’odontoiatra la invia al laboratorio il quale facendo riferimento alle indicazioni dettate dell’odontoiatra sia per la parte funzionale (particolarità della mucosa, dell’osso, allergie esistenti, ecc.), che per quella estetica (forma, colore degli elementi – particolarità del viso, ecc.) prepara il manufatto, montando gli elementi dentari provvisoriamente per la prova estetica e funzionale.La prova consiste nel verificare che il paziente si trovi bene con il manufatto e che l’estetica sia bilanciata con i lineamenti del viso, con la linea del sorriso; che gli elementi non siano troppo evidenti o poco accentuati, che il colore degli elementi non siano troppo chiari o scuri, che sembrino naturali e possibilmente (su richiesta del paziente) che ci siano delle personalizzazioni tali da far sembrare che si abbiano i denti propri.L’ultima seduta è quella della consegna della protesi al paziente, verificando prima che siano corretti i parametri indispensabili (chiusura bocca, altezza denti), e senza prima aver effettuato i ritocchi che occorrono perchè questa sia portata senza causare alcun fastidio.

 

Protesi Mobile Scheletrata
Lo scheletrato è una protesi parziale rimovibile costituita da una sovrastruttura) alla quale sono ancorati i denti mancanti.
Lo scheletrato può essere con Ganci: sono dispositivi fusi con il resto dello scheletrato che si agganciano ai denti pilastro per assicurare la stabilizzazione della protesi.